Cara mamma, mettiti in discussione!

Nessun commento
Ogni tanto nelle mie frenetiche giornate da mamma, mi è capitato di pensare a quanto la mia vita sia cambiata.
Noi donne affrontiamo un percorso straordinario quanto difficile, a partire dal nostro test di gravidanza positivo, più di quanto possa mai fare un papà seppur molto presente della vita dei nostri figli.
Una donna con quel test in mano capisce che niente sarà come prima. Il nostro corpo giorno dopo giorno si modifica per fare spazio a quella nuova creatura e noi dobbiamo accogliere queste nuove forme e i kg che aumentano.
Con il parto poi capiamo subito di avere una forza sovrumana e affrontiamo di petto tutte le nostre paure riguardo la fatica e il dolore di quel momento: sì, tu ce la farai, mamma.
Arriva quell'istante in cui vedi tuo figlio: non credevi si potesse amare così tanto, non credevi di provare quel senso di protezione per un altro essere vivente.

Copyright Verynormalmommy

Subentra anche un senso di inadeguatezza a volte, e ancora altre nuove paure: come potrò io essere capace di badare a lui? Io sono responsabile di questo bambino, lui dipende esclusivamente da me.
In fretta però il tempo di pensare diminuisce, le lunghi notti insonni, le infinite poppate, la ragadi, il mal di schiena, il sonno, i suoi sorrisi, che valgono tutto l'oro del mondo.
Pian piano diventi più sicura, nasce un feeling tutto vostro, voi due vi capite al volo.
Ricorda, mamma, nessun altro conosce tuo figlio meglio di te.
Ora sorridi così ironica quando pensi a quando, prima di rimanere incinta, dicevi "non dormirà mai nel lettone, riuscirò a farlo dormire tutta la notte, non mi interessa allattare oltre i 6 mesi, non colorerà mai sui muri..." e quando inorridivi vedendo le tue amiche mamme con la tinta ai capelli da fare, le vedevi rinunciare a telefonare perché altrimenti il bambino urla in sottofondo, le vedevi tornare a casa alle 21 il sabato sera.

Copyright Verynormalmommy

E capisci ora che non sono sacrifici, capisci che ora la tua famiglia viene prima di tutto, ti sei messa in discussione ogni giorno, ti sei messa a fare cose che non avresti mai pensato. E solo ora sai che era esattamente ciò che volevi.


Michela, Verynormalmommy

ARTICOLI CONSIGLIATI
Differenze tra primo e secondo figlio
Clampaggio ritardato del cordone, perché l'ho scelto
Ogni tanto una mamma si sente sola...


Nessun commento

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un tuo commento, sarà pubblicato il prima possibile!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Mamma aiuta Mamma