Pancia o diastasi? Ecco come verificarlo

Nessun commento

Di diastasi vi ho già parlato e ora ci ritorno... 

Durante le vacanze sono stata qualche giorno al mare dove per deformazione professionale ho notato molte "pance da diastasi", credo sia utile dare queste info a tutte le donne che hanno qualche perplessità sulla propria pancia!


pancia diastasi


La diastasi dei retti addominali (DRA) spesso detta solo “diastasi addominale” è un problema che riguarda molte donne dopo il parto e consiste nella separazione dei muscoli retti addominali. Si tratta dello stiramento dei tessuti che formano l’addome dovuto alla pressione esercitata dall’utero in gravidanza. In condizioni normali lo spazio tra i due muscoli si riduce ritornando allo stato iniziale entro dodici mesi dal parto, ma non sempre è così e qui: Addominali post parto ve ne ho parlato in modo più approfondito


I SINTOMI

La diastasi comporta un problema estetico non indifferente, ma con esso anche vari sintomi e disturbi come gonfiore, senso di pesantezza del pavimento pelvico, nausea, incontinenza, difficoltà nella digestione e nella respirazione, dolori alla schiena, alle anche e al bacino, peristalsi evidente ed ernie addominali.


COME RICONOSCERLA CON L’ AUTOVALUTAZIONE

Le donne che vogliono verificare la presenza di una diastasi possono eseguire l’autovalutazione in pochi semplici passaggi:

Ci si sdraia a pancia in su con le ginocchia piegate e i piedi in appoggio, una mano dietro la testa e l’altra a livello addominale.

La cosa più semplice è tenere le dita sulla linea mediana dell'addome e parallele alla linea della vita, all'altezza dell’ombelico. 

Si procede sollevando un po' la testa accompagnata del braccio in modo da contrarre leggermente l'addome.

Se è presente la diastasi si potrà notare bene la separazione tra i retti addominali e la mano posta verticalmente sull'addome potrà facilmente, con una piccola pressione entrare nello spazio tra i due muscoli. Vedrete che se la diastasi è presente due, tre dita o più possono con minima pressione sprofondare.



L'entità della diastasi sarà maggiore quanto più ampia è la separazione dei due muscoli retti.


ECOGRAFIA

Questa è una prova casalinga, ogni certezza di diastasi viene data dagli esami strumentali. Il più semplice ma attendibile è l'ecografia della parete addominale. L'ecografia è un esame non invasivo, facilmente eseguibile senza preparazioni particolari e di rapida esecuzione.  Tramite questa sarà possibile accertare la presenza della DRA, stabilirne la sede e misurare con precisione la distanza tra i fasci muscolari.


Se hai bisogno di approfondire l'argomento o vuoi dei chiarimenti lascia un messaggio, ti risponderò al più presto.


Nessun commento

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un tuo commento, sarà pubblicato il prima possibile!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Mamma aiuta Mamma