Ricetta torta al cioccolato senza lattosio e senza uova

Nessun commento

The crazy cake

Le torte cioccolatose si sa piacciono a tutti...ma spesso a causa di intolleranze al lattosio capita di rimanere a bocca asciutta... Quella che vado a proporre è una torta ricca di cacao ma con zero lattosio! Adatta anche a chi segue una dieta vegana perché è anche priva di uova...ciò non significa rinunciare al gusto...anzi è così morbida e delicata che è impossibile fermarsi alla prima fetta! Si può gustare in tutta la sua semplicità o magari con una deliziosa confettura fatta in casa.

The crazy cake



Un’altra scelta è possibile!

Nessun commento
Sono tra i primi pensieri che assillano i neo-genitori e una delle spese più «salate» che ogni famiglia deve sostenere per due, tre (o anche quattro) anni. Le pubblicità si propongono di guidare i genitori nel labirinto del loro acquisto, aiutandoli a scegliere il modello che risponde maggiormente ai bisogni del bambino. Vi è dunque l’imbarazzo della scelta da quello più anatomico e dotato di un comfort straordinario a quello ultra assorbente ed extra sottile, oppure super morbido, specifico per la notte, adatto ai primi passi e più pratico da togliere. Alcuni sono addirittura forniti di un indicatore di pipì che segnala quando è giunto il momento del cambio ed infine (cosa che non è passata inosservata scatenando polemiche sul presunto messaggio sessista che la rèclame veicolava), esistono in commercio quelli pensati appositamente «per lui» che diventerà un campione e «per lei» che in barba a decenni di battaglie femministe da grande trascorrerà ore davanti allo specchio a incipriarsi.

Avrete ormai capito che stiamo parlando dei pannolini, il primo ed inseparabile bene che si accompagna a ogni lieto evento. Sembrerebbero dei grandi alleati delle famiglie, alle quali promettono il mix vincente di comodità, massima efficienza e risparmio. Ma è davvero così? Vi siete mai chiesti qual è l’altro lato della medaglia? Se riavvolgessimo al contrario il nastro del canto delle sirene delle promesse pubblicitarie la musica continuerebbe ad essere così soave?

Pensiamo alla quotidianità e a quanti pannolini usiamo e gettiamo ogni giorno; riflettiamo sul fatto che come noi anche altre centinaia e migliaia di donne compiono il semplice gesto del cambio per N volte nell’arco delle 24 ore. Moltiplichiamo la nostra quotidianità per quella delle altre mamme del nostro paese, della nostra città, della nostra regione, fino a una visione sovranazionale. Ci siamo mai chiesti quale sia l’impatto ambientale dei pannolini per bambini? Quanto ci costano ed, infine, quali sono i reali benefici per i nostri bambini?


La Riviera dei Fiori per i bambini

Nessun commento
Riviera dei fiori... Ma perché si chiama così? Perché è famosa per i fiori! Certo... Ma cerchiamo di capire meglio!
Tutto ebbe inizio nel 1925, quando Mario Calvino, padre del più noto Italo, fece sorgere a Sanremo la prima stazione sperimentale di floricoltura, un centro di ricerca unico nel suo genere. Nel frattempo, Calvino promosse una mostra di floricoltura a Ventimiglia, la quale verrà poi spostata a Sanremo grazie alla creazione dell'Ente Autonomo "Mostre Floreali" e ai forti investimenti da parte dell'amministrazione: la mostra diventerà, nel 1932, la "Biennale di Floricoltura". E' da questo momento che il termine "Riviera dei Fiori" diventa parte del lessico comune.


ANCHE LE MAMME SI SPOSANO!

Nessun commento

Quante mamme esistono non ancora sposate, che si vorrebbero sposare?


Il mondo attuale ha un po' scombussolato le abitudini di un tempo, dove, il matrimonio era la base sul quale si costruiva la certezza famigliare, da lì in poi avveniva tutto il resto, la casa ed i figli; considerato il punto di partenza di tutte quelle le coppie che volevano passare la loro vita insieme. Oggi gli impegni sono innumerevoli, la vita è più cara, la mentalità è diversa e gli obbiettivi delle coppie si sono adeguati all'epoca, facendo passare il matrimonio in secondo piano, se non addirittura al Terzo!
Ma niente è perduto, ed a prescindere dall'età, dalla nubiltà o la maternità, ogni donna porta con sè il desiderio di indossare il famoso abito "Bianco", coronando così il sogno di diventare Principessa per un giorno.



Seggiolone tascabile? Io lo provo!

Nessun commento
Ormai il mio piccolino si affaccia al sesto mese e tra un po starà seduto da solo! Proprio affacciandoci a questo traguardo ho fatto un acquisto che ancora non ho usato ma che per ora mi da moltissima soddisfazione: un seggiolone tascabile! Lo conoscevate?


copyright Mamma Aiuta Mamma

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Mamma aiuta Mamma